Vai al contenuto principale

Il Coordinatore

Gianluca Ciardelli ha una Laurea in Chimica summa cum laude, presso l'Università di Pisa (1994). Nel 1997 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Scienze Naturali al Politecnico Federale Svizzero di Zurigo (ETH) con una tesi su poliuretani sintetici biodegradabili per applicazioni biomediche.

Nel 1997 è tornato in Italia, dove ha iniziato la sua attività alla Tecnotessile di Prato, una società privata per la ricerca tecnologica, fino al giugno 2002. Dal 2002 al 2004 è stato ricercatore presso l'Università di Pisa nel Dipartimento di Ingegneria Chimica, Chimica Industriale, Scienza dei Materiali. Nel dicembre 2004 è entrato a far parte del Dipartimento di Meccanica del Politecnico di Torino come professore associato.

È diventato professore di I fascia nel 2011. Coordina il gruppo di ricerca di Materiali per le bionanotecnologie e laboratorio biomedico. un gruppo di 15 persone in media (tra cui ricercatori a tempo determinato e dottorandi, con un background interdisciplinare che va dall’ ingegneria biomedica alla biologia e alla chimica) attivo nella ricerca nel settore dei polimeri biomedicali per l'ingegneria tissutale, il rilascio di farmaco, il riconoscimento molecolare. È stato coordinatore scientifico o di unità di progetti comunitari, nazionali e regionali. È stato inoltre coordinatore nazionale del progetto MIND finanziato dal MIUR col Bando PRIN 2010-2011, sui modelli d’organo per l’indagine delle patologie legate all’invecchiamento (11 unità di ricerca). Alcuni di questi progetti hanno un forte carattere intersettoriale con il coinvolgimento di partner industriali nel biomedicale. Attualmente è docente per la Laurea di I livello (Bioingegneria Chimica), Laurea Magistrale (Bionanotecnologie) e nel Corso di Dottorato in Bioingegneria e Scienze Medico Chirurgiche presso il Politecnico di Torino di cui è anche il Coordinatore. È stato organizzatore di una conferenza nazionale ed una internazionale; organizzatore di 2 simposi della European Materials Research Society e di uno per TERMIS European Chapter Meeting 2017.

Considerando il database Scopus è l'autore di circa 135 articoli scientifici su rivista, l’H-index é 39 con oltre 5000 citazioni totali. I giornali a maggiore impatto dove ha pubblicato sono: Biomacromolecules, Acta Biomaterialia, Anal. Chim. Acta, Biosensors and Bioelectronics, Macromol. Biosci., J. Membr. Sci,, J. Cell. Mol. Med.

L'attività di ricerca come chimico è iniziata nel 1992, presso il Politecnico Federale Svizzero di Zurigo (ETH). La ricerca compiuta ha permesso di chiarire la biocompatibilità e i meccanismi di biodegradazione di copolimeri a multiblocchi di nuova concezione (Degrapol TM). L'obiettivo è stato raggiunto attraverso complesse strategie sintetiche per ottenere equivalenti del polimero stesso e dei suoi componenti marcati con cromofori fluorescenti, seguita dalla determinazione della risposta cellulare ai materiali utilizzando strumenti di indagine assistiti dalla fluorescenza. In questo periodo, in cui Gianluca Ciardelli ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Scienze Naturali (nel 1997), è stato sviluppato interesse a manipolare la materia su scala nanometrica per la realizzazione di nuovi prodotti per uso medico con proprietà funzionali controllate. Questi interessi di ricerca sono stati mantenuti nei cinque anni successivi, anche se come attività part-time, giacché l'occupazione principale è stata quella di ricercatore tecnologico per l'industria tessile. In questo periodo sono state effettuati studi importanti nel campo della polimerizzazione controllata in fase acquosa (polimerizzazione su matrice), chiarendo il ruolo delle interazioni chimiche tra la matrice e la catena in crescita. Queste informazioni possono fornire interessanti spunti per la comprensione dei meccanismi con cui la Natura costruisce i propri materiali, consentendo quindi di realizzare biomateriali con una superiore biocompatibilità. Dal 2002, l'attività si è maggiormente concentrata sui Biomateriali e la Bioingegneria, diventando l’ingegneria dei tessuti e il rilascio controllato di farmaci le principali aree di interesse. Questo obiettivo è stato perseguito attraverso la realizzazione di nuovi biomateriali, ottenuti mescolando polimeri naturali e sintetici o alternativamente sintetizzando copolimeri a blocchi, funzionalizzati con sequenze peptidiche, note per essere responsabili della comunicazione tra le cellule e la matrice extracellulare. Questo approccio di funzionalizzazione è stato effettuato con la chimica tradizionale, ma anche con strategie alternative ispirate ai processi naturali, come l’imprinting molecolare, una tecnica per creare cavità in matrici polimeriche che posseggano la memoria geometrica e funzionale delle molecole stampo. Con l'entrata al Politecnico di Torino nel 2004, le interazioni con colleghi con esperienza nella progettazione e produzione ha ulteriormente stimolato Gianluca Ciardelli ad utilizzare la competenza nella sintesi e preparazione di biomateriali funzionali per realizzare dispositivi medici migliorati: le principali applicazioni sono state la riparazione dei nervi periferici e dispositivi degradabili per la chirurgia ortopedica e cardiaca. Negli ultimi anni i risultati principali sono stati:

1.Un poliestere-uretano biocompatibile e biodegradabile con proprietà biomimetiche, ottenute attraverso la funzionalizzazione in massa o di superficie. Il materiale può essere utilizzato per realizzare scaffolds per la medicina rigenerativa o per realizzare vettori su scala nanometrica per il rilascio controllato e mirato di farmaci. 2. Un metodo per fabbricare guide tubulari cave degradabili per la rigenerazione del nervo periferico. 3. Nanosfere polimeriche imprintate con un breve sequenza peptidica che rappresenta un frammento accessibile di una proteina della matrice extracellulare. 4. Nanosfere Polimeriche teranostiche con composizione della massa e proprietà di superficie regolabili.

  • Valeria Chiono (Ph.D in 2006) Professore Ordinario- Politecnico di Torino / Coordinatore of National project for Young researchers (FIRB) /Vincitrice ERC Consolidator Grant 2017
  • Piergiorgio Gentile (Ph.D in 2010) Lecturer -University of Newcastle (UK) / IEF Marie Curie Fellow (2012-2014), Larry Hench award (UKSB)
  • Chiara Tonda-Turo (Ph.D in 2011) Ricercatore di tipo B- Politecnico di Torino
  • Clara Mattu (Ph.D in 2012) GF Marie Curie Fellow
  • Ana Marina Ferreira Duarte (Ph.D in 2013) Lecturer -University of Newcastle (UK)

"Non-Woven Electrospun Gelatin-Based Matrices For Biomedical Applications" Health and Textile International Meeting 4-5 May 2006, Biella (Italy)

"New strategies in the design of bioactive materials for tissue engineering" International Conference on Advances in Biomaterials for Drug Delivery and Regenerative Medicine 11-16 June 2006, Capri (Italy)

“Biomimetic polymers through functionalisation and blending” Keynote Lecture - The Polymer Processing Society 24th Annual Meeting” 15-19 June 2008, Salerno (Italy)

"Polyurethane-based Scaffolds for Myocardial Tissue Engineering" 11th International Conference on Materials Chemistry (MC11) 8-11 July 2013, University of Warwick (UK)

“Biomimetic Polyurethanes scaffolds for cardiac tissue engineering” Keynote Lecture - TERMIS EU Chapter Meeting 2014 10-13 June 2014, Genoa (Italy)

“Biomaterial Design for cardiovascular applications” UK Society for Biomaterials 2016, 30th June-1st 2016, London (UK)

“Polyurethanes as versatile biomaterials in tissue-engineering and nanomedicine,” Workshop: Biology and bioengineering tools in the treatment of H2020 age-related diseases 5 April 2016, Cambridge (UK)

“Biomaterials as Stem Cell Regulators in the Development of in vitro Tissue Models” SelectBio- Stem cells in drug discovery, 5-6 April 2016, Cambridge (UK)

"Bioinspired materials and structures for tissue engineering and their application in cardiac tissue and nerve regeneration" Designer Biology Symposium 2017, Vienna (Austria)

“Design of fibrous and injectable platforms for the release of therapeutic ions and drugs in chronic skin wounds treatment“ 10th International Conference on Fiber and Polymer Biotechnology” 2018 Balneario Camboriu’ (Brasil)

- "Novel Thermo-sensitive and Photo-curable Hydrogels as Potential Bioinks in Regenerative Medicine" 4th International Conference on Biomedical Polymers & Polymeric Biomaterials 2018, Krakow (Poland).

- "Biomedical polyurethanes design, synthesis and processing: a (possible) success story of polymer chemistry towards the bedside" Milan Polymer Days 2019, Italy.

Diversi seminari ad invito(University of Westminster, University of Erlangen, Houston Methodist Research Institute, University of Cambridge, University of Sheffield, University of Bochum, Scuola Superiore S. Anna of Pisa).

Ultimo aggiornamento: 09/01/2020 09:58
Location: https://www.dottoratobsmc.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!